Kevin è svizzero ora!

I principali produttori di formaggio svizzero hanno rinunciato a proteggere i loro marchi negli Stati Uniti. Di conseguenza, i nomi Gruyère ed Emmental sono utilizzati in tutto il mondo per formaggi che non hanno nulla a che fare con le loro regioni di origine in Svizzera. Come è stato recentemente sottolineato, il Gruyère è considerato una varietà di formaggio e non un nome. Oggi, una start-up svizzera di Friburgo ha ottenuto il risultato opposto, ovvero proteggere il nome “Kevin” – noto in tutto il mondo per il film natalizio “Mamma, ho perso l’aereo!” – come marchio negli Stati Uniti. 

La maggior parte delle persone conosce il nome Kevin grazie a un film: “Mamma, ho perso l’aereo!”. Il film è incentrato sulle avventure di un ragazzino che si ritrova da solo durante le vacanze natalizie e che si trova a dover difendere la casa di famiglia dall’invasione di ladri e criminali. In una sequenza Kevin simula un’intera festa con balli, musica e discorsi, con l’effetto che i ladri non si intrufoleranno in casa quella notte.

Ispirandosi a questo film di Hollywood e a questa scena, la start-up svizzera Mitipi ha voluto fare in modo che ogni persona possa avere un ragazzo come Kevin, semplicemente applicando una tecnologia intelligente. Mitipi ha quindi lanciato un altoparlante di sicurezza intelligente che fa esattamente quello che faceva il ragazzo Kevin nel film: simulare la presenza di persone. 

Denominato Kevin, l’innovativo altoparlante di sicurezza intelligente utilizza simulazioni di luci, audio e ombre per impedire ai ladri di entrare in un appartamento, in una casa o in un ufficio. A seconda dell’ora del giorno, Kevin emette suoni diversi per rendere la simulazione più simile alla vita quotidiana e più realistica possibile. Quello che il ragazzino Kevin fa nel film, ovvero spaventare i ladri malvagi, è stato ricreato dal team di Mitipi utilizzando una tecnologia moderna e intelligente. Con l’APP Mitipi-Kevin, gli utenti possono anche registrare i propri suoni, che possono poi essere riprodotti – a seconda dell’ora del giorno – insieme ad altri effetti sonori predefiniti.

Proprio come nel film, i ladri vengono così confusi dalla combinazione di suoni, simulazione di movimento e luce.

Il dilemma – o almeno così pensavano gli inventori dell’altoparlante intelligente – è che il nome “Kevin” potrebbe essere stato marchiato negli Stati Uniti dai produttori del film, prima da Hughes Entertainment, 20th Century Fox e poi da Columbia Pictures o Disney:

“Per noi all’inizio aveva un senso, perché anche la Columbia Pictures è una filiale della Sony. Siamo abituati alle multinazionali della tecnologia come Sony che proteggono tutti i nomi. Anche per il lancio di nuovi prodotti tecnici”, ha dichiarato Patrick Cotting, CEO di Mitipi. 

È stato ancora più sorprendente quando si è scoperto che non era così. La start-up ha recentemente ricevuto la notizia dall’Ufficio Marchi e Brevetti degli Stati Uniti (USPTO) che il marchio KEVIN appartiene ora a Mitipi. Per Cotting, questa è la chiave della capacità della start-up di conquistare il mercato nordamericano. Al momento il team di Mitipi prepara l’ingresso nel mercato statunitense partecipando a un USA Launching Pad i cui costi di partecipazione sono finanziati da una fondazione svizzera.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici + 3 =